SPEDIZIONI GRATUITE 24/48H

per ordini superiori a 99€

RESO FACILE

14 giorni per decidere

ORDINI TELEFONICI

Lun-Ven 011-4038962.

PAGAMENTO SICURO

Protezione con crittografia SSL.

0Item(s)
0 Articoli Vai al carrello

Non hai articoli nel carrello.

Product was successfully added to your shopping cart.

Calici da vino: guida alla scelta del servizio giusto

Per degustare un qualsiasi vino è essenziale scegliere il giusto bicchiere che, in base alla sua forma ed alla sua dimensione, possa valorizzarne al meglio le caratteristiche organolettiche e la peculiarità degli aromi. Con questa guida imparerai a capire quale servizio di calici vino fa al caso tuo!
Esistono numerose differenti tipologie di bicchiere da vino, ma alla base di ognuna di essi vi è certamente la forma a calice che contraddistingue tali bicchieri da quelli utilizzati per degustare altre bevande. Il calice, venendo impugnato dallo stelo, permette di mantenere la mano lontana dal vino, preservandone la temperatura e le qualità olfattive.

Le parti del calice

Ogni calice da vino è identificabile per la forma e dimensioni delle 4 parti di cui è composto:

  • Bocca: parte terminale del calice che permette di gustare il vino in modi differenti in relazione alla sua maggiore o minore apertura.
  • Pancia: vero e proprio contenitore del vino, può essere più o meno larga in relazione alle caratteristiche proprie del vino stesso.
  • Gambo o Stelo: parte centrale del calice che dona un'indiscutibile eleganza e permette di tenere in mano anche per diverso tempo il bicchiere senza modificare la temperatura del vino contenuto.
  • Piede: base su cui poggia il calice, fondamentale per dargli stabilità quando è posizionato sopra un tavolo e per agevolare la presa.

I materiali

I calici da vino possono essere prodotti in vetro o in cristallo: il cristallo dona un particolare valore aggiunto rispetto al vetro. Il calice risulterà particolarmente brillante, così come limpido è il suono prodotto al brindisi. Particolare attenzione deve essere posta alla cura di questo prodotto: è preferibile che i calici in cristallo vengano lavati a mano, asciugati con un panno e lucidati, al fine di mantenerne inalterate le qualità. Altro materiale molto utilizzato per produrre i calici è il vetro che li rende generalmente più spessi e resistenti agli urti, necessitano di minore manutenzione e possono essere lavati tranquillamente in lavastoviglie.

Le forme

Ad ogni tipologia di vino viene associato un calice con differenti forme e dimensioni, per enfatizzarne le qualità tipiche e caratteristiche.
Ogni vino ha caratteristiche organolettiche proprie e diverse da ogni altro e per questa ragione dovrebbe essere servito in un bicchiere adeguato e capace di valorizzarne al meglio le peculiarità. I bicchieri da vino sono disponibili in diverse forme e caratteristiche spesso così “estreme” che certi produttori tendono a realizzare forme e tipologie specifiche per vini provenienti da particolari vitigni o aree geografiche. Se si dovesse seguire realmente tutto ciò che viene proposto dai produttori di bicchieri e dal mercato, ogni appassionato di vino avrebbe bisogno di un apposito locale solamente per la conservazione dei bicchieri, una condizione che solamente in pochi si possono permettere.

La forma del bicchiere aiuta a valorizzare un vino ed è spesso il risultato di studi e ricerche specifiche, sia sulla percezione organolettica degli aromi e dei sapori, sia su caratteristiche e condizioni fisiche che consentono di favorire la loro percezione. Le tre categorie principali di bicchieri da vino si ricollegano alle tre grandi tipologie di vino: rosso, bianco, spumante.

Calici vini rossi

I calici per vini rossi vengono realizzati con la caratteristica pancia molto larga e generosa per permettere una miglior roteazione durante la degustazione del vino stesso. Tale movimento circolare del calice spinge piccole porzioni di vino lungo le pareti, ossigenandone il corpo e sprigionando all'interno della pancia gli aromi tipici del vino. Inoltre ciò permette di apprezzare la robustezza del colore nel caso di rossi invecchiati.

Calici vini bianchi

Il calice tipico da vino bianco si presenta con una pancia decisamente meno pronunciata rispetto a quella di un calice da rosso. I vini più giovani e freschi tendono a sprigionare gli aromi più velocemente, per cui è buona regola servirli in calici più stretti che consentono di concentrare i profumi verso il naso, favorendo la percezione dei loro aromi delicati e fruttati. Per quanto riguarda invece i vini più maturi e corposi, il corpo del bicchiere è più largo ed ha un'apertura maggiore per dirigere il vino nelle parti laterali e posteriori della lingua, per poi giungere alla punta per valutare meglio la sua morbidezza e gustare i suoi aromi complessi.

Calici vini spumanti

I vini spumanti, come il Prosecco o lo Champagne, vengono serviti quasi sempre nel calice flute, la cui forma stretta e lunga permette di concentrarne e mantenerne il perlage, di gustarne gli aromi delicati e freschi, nonché di apprezzarne la frizzantezza. Il suo diametro molto stretto favorisce uno sviluppo lento e continuo dell'anidride carbonica, consentendo inoltre un'ottima concentrazione dei profumi delicati verso il naso.

flute-e-calici-da-spumante

Per gli spumanti aromatici e dolci può essere utilizzata la cosiddetta "coppa" che, grazie alla sua apertura molto più larga rispetto a quella dei flute, permette di mitigare la prorompente aromaticità primaria dell'uva, lasciando spazio anche ad altri aromi e consentendo al vino di raggiungere la punta della lingua.

Calici da degustazione

Alcuni calice da vino sono realizzati specificamente per la degustazione, hanno dimensioni molto spesso inferiori rispetto ai normali calici e possono presentare una tacca che misura il suo livello di riempimento ottimale.

Accessori vino

Decanter
Il Decanter è un contenitore in vetro o in cristallo, molto simile ad un'ampolla, utilizzato per decantare il vino prima di servirlo nei calici. Grazie alla sua particolare forma allargata al fondo e stretta nel collo permette a tutti quei vini datati o che lo necessitano, di ossigenarsi e di sviluppare così nel modo migliore il loro bouquet aromatico. I vini conservati in bottiglia per molto tempo richiedono ossigeno per riprendersi dal lungo “riposo” ed il decanter fa si che il vino esprima nel giro di poco tempo tutti i suoi profumi, svolgendo anche l'importante compito, specialmente per bottiglie invecchiate molti anni, di separare i residui dal vino.
Cavatappi
Il cavatappi è un utensile utilizzato per estrarre il tappo di sughero dal collo delle bottiglie di vino, permettendo così di poterle successivamente versare nei calici. Per prima cosa viene inserita una vite autofilettante nel tappo che viene poi successivamente ruotata estraendolo pian piano grazie alla forza di trazione. All'estremità opposta a quella della leva, il cavatappi professionale presenta un piccolo coltello seghettato, con cui viene praticata un'incisione attorno alla capsula della bottiglia per poterla eliminare ed accedere al tappo di sughero.
Secchiello

Quando viene servita una bottiglia di vino spumante o bianco è spesso richiesto l'utilizzo di un secchiello per il ghiaccio in acciaio o in plastica, la cui funzione può essere sia quella di raffreddare velocemente la bottiglia nel caso non fosse prima in frigorifero, oppure di mantenerne bassa la temperatura. Il secchiello viene posto sopra un'elegante colonna accanto al tavolo del cliente dal quale la bottiglia verrà prelevata per versarla nei calici, avendo cura di asciugarla onde evitare di far cadere gocce d’acqua sul tavolo stesso.

Vuoi sapere quale servizio di calici fa per te? Scopri il nostro assortimento completo di calici da vino. Prosit!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER